• diretta@mondoradio.fm

Tag Archive Nightlife

VINILE DA RECORD: OLTRE 14 MILIONI DI ALBUM VENDUTI NEL 2017

Più di 14 milioni di album venduti nel 2017, con un incremento del 9%: vinile da record nell’anno appena trascorso, con un tuffo che ci proietta nuovamente nel passato, negli anni ’90.
Vinile da record nuovamente, perchè già da qualche anno e specialmente l’anno scorso come rilevato dalla BPI (British Phonographic Industry) le vendite nel solo Regno Unito hanno ricalcato i risultati che normalmente si ottenevano 27 anni fa e che nessuno oggi si sarebbe mai sognato.

Il dato di fatto è che per il 12° anno di fila il mercato è in crescita. In merito si è espressa Vanessa Higgins, membro del consiglio del BPI:
Una volta, scoprire nuove canzoni era possibile solo limitatamente alle radio, ora le persone sono libere di guardare ed ascoltare qualsiasi tipo di musica. Perciò ora ascoltano molta più musica nuova o diversa da quella che si ascoltava prima e la trovano principalmente attraverso lo streaming. Se la amano, escono e la cercano nel formato fisico.
La Higgins qui spiega cosa sta succedendo, non un’altra moda legata al passato, ma una manifestazione d’amore verso la musica da parte di chi la ascolta.
Il fenomeno apparentemente atipico viene confermato anche dalla compagnia di analisi Nielsen.
La statistica eseguita all’alba del nuovo anno sancisce la fetta di mercato conquistata dal vinile, che si attesta attorno al 14% nella vendita degli album fisici.

Conclude stilando la classifica dei vinili più venduti nel 2017:

1 The Beatles, Sgt. Pepper’s Lonely Hearts Club Band 72,000
2 The Beatles, Abbey Road 66,000
3 Soundtrack, Guardians of the Galaxy: Awesome Mix Vol. 1 62,000
4 Ed Sheeran, ÷ (Divide) 62,000
5 Amy Winehouse, Back to Black 58,000
6 Prince and the Revolution, Purple Rain (Soundtrack) 58,000
7 Bob Marley and The Wailers, Legend: The Best Of… 49,000
8 Pink Floyd, The Dark Side of the Moon 54,000
9 Soundtrack, La La Land 49,000
10 Michael Jackson, Thriller 49,000

 

LA SECONDA GIOVINEZZA DELLE MUSICASSETTE

Il ritorno alla ribalta delle vecchie musicassette: boom di vendite negli Stati Uniti, ma questo sembra solo essere l’inizio. Scopriamone di più…
Nel corso del tempo la musica ha trovato modo di arrivare alle persone attraverso diverse forme: quella delle musicassette pare essere ancora tra le più romantiche, soprattutto tra gli amanti degli anni ’80.

In un’epoca in cui siamo schiavi della tecnologia e in cui basta un click per acquistare un brano, sembrava esser diventata solo un’idea nostalgica quella di rispolverare le nostre vecchie collezioni di musicassette o meglio ancora vederle ancora in vendita nei negozi.
All’alba del 2018 arriva però una notizia sorprendente: secondo un Rapporto di Nielsen Music, negli U.S.A. è stato registrato un importante incremento nelle vendite di musicassette del 74%, una percentuale notevole visto che corrisponde a 129mila copie vendute.
Che questo sia solo l’inizio di quella che crediamo possa rappresentare la rinascita dell’amore per musica incisa in musicassetta?
Ad affermare quest’idea sono le recenti dichiarazioni di Steve Stepp, presidente della National Audio Company.
La National Audio Company è un’azienda statunitense produttrice di musicassette mixtape, Stepp ha dichiarato che sono tantissime le label che ogni anno scelgono la cassetta come mezzo di incisione per la musica, alcune sarebbero addirittura italiane.
Gran merito del boom di vendite delle musicassette è attribuito anche alla trovata di unire la musica vecchio stile mixtape, a quella digitale che caratterizza il presente.
Molte hit del panorama artistico odierno sono state vendute in formato musicassetta con un codice allegato per poter accedere al Download della traccia digitale, spiazzando così il mercato e nel contempo hanno lasciato provare il brivido di ascoltare musica puntando gli occhi su quel nastro che gira, anche alle generazioni più giovani.
Sempre dallo stesso rapporto arriva un’altra strana curiosità: il 43% delle vendite complessive di cassette mixtape sarebbe stato acquistato dalle carceri americane, siccome pare sia l’unico format autorizzato per l’ascolto della musica.

Il disco in vinile ha avuto una storia più profonda forse delle musicassette mixtape: riesce tuttora ad essere tra i format audio più apprezzati dalla società e a rappresentare sempre la perfezione, la musica per eccellenza.

1